+39 075 609699 info@lusios.it

Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza COVID-19: novità introdotte dal DL 07/01/2022 n. 1

Lusios S.r.l.

Il decreto, Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza COVID-19, in particolare nei luoghi di lavoro, nelle scuole e negli istituti della formazione superiore (DL 07/01/2022 n.1, pubblicato in G.U. n.4 del 07/01/2022), stabilisce nuove norme per il contenimento della diffusione dell’epidemia da COVID-19.

Il Decreto stabilisce quanto segue:

  • Obbligo di vaccinazione per tutti i soggetti che abbiano compiuto o che debbano compiere 50 anni entro il 15/06/2022. I soggetti che non rispetteranno tale obbligo sono tenuti al pagamento di una sanzione di 100 € qualora al 01/02/2022:
      • Non abbiano iniziato il ciclo vaccinale primario;
      • Non abbiano effettuato la dose di completamento del ciclo vaccinale primario;
      • Non abbiano effettuato la dose di richiamo entro i termini di validità delle certificazioni verdi COVID-19.

Le sanzioni sopra riportate sono applicate a valle di un controllo eseguito direttamente dal Ministero della Salute e si aggiungono a quelle attualmente vigenti;

  • I lavoratori che abbiano compiuto o che debbano compiere 50 anni entro il 15/06/2022 non possono accedere ai luoghi di lavoro senza il possesso di una certificazione verde COVID-19 di vaccinazione o guarigione (Green Pass Rafforzato). I lavoratori che comunichino di non essere in possesso della certificazione o che risultino privi della stessa al controllo:
      • Sono considerati assenti ingiustificati, ma senza conseguenze disciplinari e con diritto di conservare il posto di lavoro;
      • Per il periodo di assenza, nessuna retribuzione è loro dovuta;
      • Per il periodo di assenza, il lavoratore può essere sostituito al quinto giorno di assenza ingiustificata per un periodo non superiore ai 10 giorni lavorativi rinnovabili fino al 31/03/2022;
  • Obbligo di presentazione di Certificazione verde anche ai difensori, ai consulenti, ai periti e agli altri ausiliari del magistrato estranei alle amministrazioni della giustizia. L’assenza del difensore non costituisce impossibilità di comparire per legittimo impedimento;
  • Estensione dell’obbligo vaccinale al personale delle università, delle istituzioni di alta formazione artistica, musicale e coreutica e degli istituti tecnici superiori;
  • Fino al 31/03/2022, estensione dell’obbligo di possesso della certificazione verde COVID-19 per l’accesso a:
      • Servizi alla persona (dal 20/01/2022);
      • Pubblici uffici, servizi postali, bancari e finanziari, attività commerciali ad esclusione di quelli necessari per assicurare il soddisfacimento di esigenze essenziali (dal 01/02/2022 o da data prevista da futuro DPCM);
      • Colloqui in presenza con detenuti e internati (dal 20/01/2022).

Relativamente a quest’ultimo punto è riportata QUI LA TABELLA ESPLICATIVA e riassuntiva riportata nel sito ufficiale del Governo (https://www.governo.it/it/articolo/domande-frequenti-sulle-misure-adottate-dal-governo/15638).

Il decreto fornisce anche disposizioni per la gestione dei casi di positività all’infezione da SARS-CoV-2 nel sistema educativo, scolastico e formativo. In particolare:

  1. nelle istituzioni del sistema integrato di come nidi e scuole dell’infanzia), sospensione delle attività di una sezione o gruppo classe per una durata di 10 giorni in presenza di un caso di positività al suo interno;
  2. nelle scuole primarie:
      • se è presente un solo caso di positività si applica la sorveglianza mediante test rapido o molecolare da svolgersi al momento della conoscenza del caso e da ripetersi dopo 5 giorni;
      • se almeno due casi didattica a distanza per 10 giorni per la classe interessata.
  3. Nelle scuole superiori di primo e secondo grado e nel sistema di istruzione e formazione professionale:
      • Se è presente un caso di positività si applica l’auto sorveglianza con maschere FFP2 e didattica in presenza;
      • Se sono presenti 2 casi di positività, per coloro che hanno dimostrato di aver concluso il ciclo vaccinale primario o di essere guariti da meno di 120 giorni o che abbiano ricevuto la dose di richiamo si applica l’autosorveglianza con didattica in presenza con mascherine FFP2. Per gli altri soggetti didattica a distanza per almeno 10 giorni;
      • Con almeno 3 casi di positività per classe didattica a distanza per almeno 10 giorni.

Si ricorda inoltre che in data 30/12/2021 il Ministero della Salute attraverso una Circolare, ha modificato le modalità di applicazione della quarantena per contatti stretti:

  • Per soggetti non vaccinati o che non abbiano completato il ciclo vaccinale primario o che abbiano completato il ciclo da meno di 14 giorni la quarantena deve essere di 10 giorni dall’ultima esposizione al caso e al termine di tale periodo deve risultare eseguito un test molecolare o antigenico negativo;
  • Per soggetti che abbiano completato il ciclo vaccinale primario da più di 120 giorni e che abbiano il green pass in corso di validità la quarantena ha durata di 5 giorni, purché al termine di tale periodo risulti eseguito un test molecolare o antigenico con risultato negativo;
  • Per soggetti che abbiano ricevuto la dose booster, che nei 120 giorni precedenti abbiano completato il ciclo vaccinale primario o siano guariti da infezione da SARS-CoV-2 non si applica la quarantena, ma è fatto obbligo di indossare una mascherina tipo FFP2 per almeno 10 giorni dall’ultima esposizione al caso. Il periodo di sorveglianza termina al giorno 5.