+39 075 609699 info@lusios.it

Pianificazione e controlli operativi nei sistemi di gestione

Lusios S.r.l.

Pianificare, attuare e controllare i processi: ecco i tre cardini su cui si basa uno dei paragrafi più importanti della struttura HLS delle norme ISO sui sistemi di Gestione. Per essere conformi, ma soprattutto per:

  • ottenere prodotti ed erogare servizi sempre migliori (ISO9001)
  • limitare l’impatto ambientale della propria attività (ISO14001)
  • garantire operativamente condizioni di salute e sicurezza per i lavoratori (ISO45001)

è importante pianificare e controllare i processi, indipendentemente dal fatto che questi si svolgano internamente o vengano affidati a fornitori esterni.

Gli elementi fondamentali per pianificare, attuare e controllare i processi sono:

  • implementare i controlli di processo in base ai criteri stabiliti precedentemente;
  • conservare le relative informazioni documentate necessarie ad assicurare che i processi siano stati condotti come pianificato e per dimostrare la conformità di prodotti e servizi.

La struttura delle norme chiede alle organizzazioni di standardizzare il lavoro, rendendolo ripetibile in ogni condizione.

 

Alcuni esempi

 

ISO9001: Requisiti su prodotti e servizi

I requisiti che i vostri prodotti e servizi dovranno soddisfare possono essere relativi:

  • alle tempistiche di produzione/erogazione;
  • alla grandezza di ciò che state producendo;
  • alle performance di prodotti e servizi;
  • alle funzionalità;
  • a qualsiasi cosa possa stare a cuore ai clienti e alle altre parti interessate.

Prima di venire consegnati al cliente o erogati, tutti i prodotti e i servizi vanno in qualche modo verificati per autorizzarne l’accettazione:

  • controlli sulle merci in ingresso;
  • controlli in-process;
  • test finali.

 

ISO14001: La gestione dei rifiuti

Un esempio è la procedura per la gestione dei rifiuti: essa deve comprendere:

  • la registrazione sul registro di carico/scarico;
  • la verifica dei volumi e dei tempi di deposito;
  • l’identificazione dei rifiuti e attribuzione dei codici EER
  • la compilazione dei formulari;
  • la verifica del ritorno della quarta copia;
  • la verifica delle autorizzazioni di trasportatori e smaltitori e relativi mezzi;
  • l’invio del MUD.

Non basta far riferimento alle prescrizioni di legge: tali prescrizioni devono essere calate nella realtà aziendale e, cioè, applicate al caso in specie.

 

ISO45001: Contenimento dei pericoli

Esempio: la gestione del pericolo indotto dal RUMORE nella attività di STAMPAGGIO dei metalli